La doula, che sta.

madre

E Suzanne ti da la mano, ti accompagna lungo il fiume,
(…) e ti indica i colori, tra la spazzatura e i fiori,
scopri eroi tra le alghe marce e bambini nel mattino
(…) e Suzanne regge lo specchio. 

(Suzanne, Fabrizio De Andre)

Lo ammetto, non subito ho capito cosa avrei fatto come doula, o forse lo sapevo ben prima di iniziare il mio percorso: nessuna donna avrebbe dovuto più “subire” il suo parto, come lo era stato per me.

Obiettivo un poco pretenzioso.

Insomma divenire una doula ti obbliga a passare dal “fare” (modalità molto in voga nella Brianza, mia terra d’origine e di lavoro) allo “stare”…

Lo “stare” come capacità di essere presente ma senza, per forza, intervenire…

Esprimere vicinanza ma non soltanto con parole, poter essere vettore di cambiamento solo se l’altra donna lo richiede.

Stare” senza la pretesa d’insegnare o di spiegare nulla.

Stare” e tessere fili, cambiare “atmosfera” perchè mamma e bimbo riescano a ritrovarsi…

Son diventata una doula, ho imparato, e sto ancora imparando, a “stare”.

Un mestiere difficile, difficilissimo ed un dire alle mamme: “con i bimbi si vorrebbe la bacchetta magica, non siamo più abituati a guardare, ad osservare, a “stare” nel pianto e nei disturbi dei nostri cuccioli… non sempre c’è la soluzione, ma ci son passata… tante donne, negli anni, ci son passate ed io, ora, sono qui con te”.

E piano piano mi sono resa conto quanto sia sottovalutato questo ruolo, quanto le mamme si chiedano: “davvero ho bisogno di qualcuno che passi del tempo con me nel post parto? Che risponda ai miei bisogni imminenti? O che mi aiuti a delineare idee o sentimenti fugaci ma quotidiani? Che mi ascolti anche se non ho un gran che da dire?”

E con gioia, mi son resa conto come chi lo sperimenta poi dica: “è stato bellissimo ed essenziale che tu ci sia stata..”.

Mi sono resa conto quanto siano importanti le energie, i tocchi le carezze… Quanto due carezze sul collo di una mamma silenziosa possano portare in lei un pianto lungo, soffocato e silenzioso, quanto quelle carezze possano smuovere aspettative, emozioni… E tutto questo accade con una figura che è lì per te, che sa aspettarti e che sa ascoltarti, tutto cambia.

Mi son resa conto quanto sia importante studiare ed informarsi su tematiche relative ad attesa, parto e puerperio, non per far qualcosa ma solo perchè una doula che sa dov’è, può permettersi di “stare” più serenamente, di avvertire dei “campanelli” d’allarme o di affiancare una mamma e sorriderle, vedendo in lei un’autentica “rinascita”

Io, la mia sindrome da wonder woman e mio marito (che a sera mi raccoglieva col cucchiaino e di mattina andava al lavoro con me con le lacrime agli occhi, imploranti “non lasciarci qui, soli”), ci siamo resi conto quanto è mancata una doula nei miei post-parti…

Di quanto può essere preziosa una presenza silenziosa che “sta” lì con te, qualsiasi cosa tu voglia fare: dormire secca un paio d’ore, fare una passeggiata, sfogarti sul tuo sentirti mamma, trovare un’organizzazione casalinga migliore, avere due braccia in più che ti aiutino con i bimbi, poter appoggiarti ad un’ascoltatrice non giudicante ma anche una professionista che c’è durante le giornate di solitudine…

A me non è mai piaciuto stare troppo sola quando ero tanto stanca…

Una presenza che ti avvisa quando stai dando troppo.

Qualcuno che fa si che i tuoi campanelli d’allarme suonino ancora prima del predefinito…

E così ho visto la mia Suzanne..

E mi son vista Suzanne, col suo grande specchio, a fianco della Madre e delle forze archetipiche che, in lei, vengono ospitate.

Annunci

2 pensieri su “La doula, che sta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...